Il violino di Cervarolo

il 26-04-2012

21.00 serale ore 10.30 proiezione riservata alle scuole

ingresso libero

,

,

Nico Guidetti e Matthias Durchfeld

75

Quasi 68 anni fa, il 20 marzo 1944, la piccola comunità di Cervarolo conobbe il suo giorno più buio: i soldati tedeschi riunirono 24 persone sull’aia, per poi massacrarle senza pietà alcuna. La memoria di quell’evento così tragico rivive in un documentario girato da Nico Guidetti e Matthias Durchfeld con la collaborazione degli abitanti di Cervarolo, parenti delle vittime della strage, prodotto da PopCult Bologna, Mediavision Reggio Emilia e Istoreco Reggio Emilia: “Il violino di Cervarolo” verrà presentato oggi (ore 16) al cinema Lux di Fontanaluccia di Frassinoro, in un’anteprima pensata soprattutto per i parenti delle vittime e i pochi testimoni diretti degli eccidi.
Per raccontare una storia tanto terribile, Guidetti e Durchfeld l’hanno ricostruita a partire da un oggetto semplice come un violino: quello strumento apparteneva ingfatti a Virgilio Rovali, talentuoso musicista del paese, chiamato al militare negli anni della guerra. Rovali affidò alla madre il prezioso strumento e se ne andò: pochi mesi dopo, la sua famiglia e la sua comunità vennero coinvolte nell’eccidio. A raccontare la storia di quel violino e di quello che successe in quel terribile 20 marzo 1944,  ora, è Italo Rovali, figlio di Virgilio e presidente del comitato dei famigliari delle vittime della strage.