7° Giornata mondiale della lentezza

il 13-05-2013

21

Sarà una serata intensa e sicuramente interessante, una occasione per riflettere sul territorio dell’Appennino, sul suo capoluogo, e sullo stile di vita che promuove la filosofia Cittaslow. Anche a Castelnovo, il prossimo lunedì, 13 maggio, si celebra la Giornata Mondiale della Lentezza, giunta alla settima edizione: un evento nato con l’obiettivo di essere momento di riflessione collettiva sui problemi economici, ambientali e sociali del vivere a folle velocità, in un periodo storico difficile, di grandi trasformazioni, confusione e incertezza. Parola d’ordine durante la Giornata Mondiale della Lentezza vuole essere “prendersi una pausa, rallentare”. Castelnovo la promuove in qualità di cittadina appartenente alla Rete Internazionale Cittaslow, di cui peraltro detiene la Presidenza da ormai sette anni attraverso il Sindaco Gianluca Marconi. La serata in programma lunedì, dalle ore 21 al Teatro Bismantova, è organizzata insieme dall’Amministrazione comunale e dell’Associazione “La Fenice” di Felina, e prevede un programma ricco di suggestioni. Innanzi tutto sarà presente l’affermato regista e documentarista Piero Cannizzaro, che sarà intervistato da Pierluigi Tedeschi, e presenterà il docufilm realizzato su Castelnovo Monti nel 2012,  insieme all’operatore Marco Martelli. Il filmato, trasmesso dalla trasmissione Rai Geo&Geo lo scorso dicembre, sarà proposto nella versione integrale, ed abbinato ad altri due realizzati da Cannizzaro nell’ambito di una collana di documentari, commissionati dalla Rai, per raccontare le Cittaslow italiane attraverso i loro territori e le persone che le abitano. Riguarderanno la cittadina di Orvieto, “capoluogo” della Rete Cittaslow, e quella di Pollica, in provincia di Salerno. Quest’ultimo documentario contiene anche una intervista ad Angelo Vassallo, il “Sindaco-Pescatore”, registrata pochi mesi prima del suo omicidio di matrice camorristica, legato con ogni probabilità al suo impegno per difendere l’ambiente ed il territorio dalle speculazioni edilizie. Il lavoro di Cannizzaro su alcune delle Cittaslow italiane prosegue ormai da diversi anni, e lo ha portato a visitare e filmare diverse cittadine cercando quegli aspetti meno conosciuti e forse per questo più preziosi di ogni località, con una attenzione particolare sempre rivolta soprattutto alla gente, a chi abita questi luoghi, come testimoni e quasi “prodotti tipici” privilegiati. Uno sguardo quindi profondamente “immerso” nelle realtà che visita: anche a Castelnovo il documentario realizzato da Cannizzaro spazia tra interviste ed incontri con produttori agroalimentari, titolari di ditte artigiane, esponenti del mondo del volontariato e della scuola. La serata vedrà anche altri momenti dedicati ad iniziative targate “slow”: in apertura il Sindaco Gianluca Marconi illustrerà il progetto Pedibus partito in questi giorni con grande apprezzamento e allestito con la collaborazione delle scuole e soprattutto delle famiglie che daranno una testimonianza diretta della loro esperienza. Poi, nella seconda parte della serata, saranno proiettati i cortometraggi che hanno partecipato al concorso “Lentometraggio” promosso dall’Associazione culturale La Fenice,  ovvero la realizzazione di video amatoriale della durata massima di 15 minuti, che abbia come tema la lentezza. E’ ancora possibile partecipare contattando gli organizzatori ed il regolamento è consultabile anche sul sito del Comune di Castelnovo ne’ Monti. I video presentati saranno proiettati nel corso della serata e commentati dagli autori e dallo stesso Cannizzaro. I video concorreranno per aggiudicarsi il premio finale di un weekend in una Cittaslow italiana che sarà attribuito a luglio nell’ambito della manifestazione Festival Cittaslow dei Cibi di Strada.

 

                                                                                                                                                            Ufficio Stampa Comune di Castelnovo Ne’ Monti