CARO BUGIARDO

il 11-02-2009

21.00

19.00

ANNA MAZZAMAURO CORRADO TEDESCHI

PINO STRABIOLI

J. KILTY

Caro bugiardo, la commedia che dal 1960 continua a conquistare i palcoscenici di tutto il mondo, è una storia d’amore, autentica come autentica può essere solo la vita e l’amore tra un affermatissimo commediografo americano degli anni ’20 e una grande attrice inglese. Lui è Bernard Shaw, lei la bellissima e cagionevole Patrick Campbell; la loro storia è tutta nel loro epistolario e le parole che si scambiano sono letture delle loro letture: il racconto di una vita in biglietti d’amore. Caro bugiardo è ciò che l’attrice scrive al suo amico-autore: “…caro bugiardo che sei in ciascuno di noi, non credere di essere un bravo bugiardo solo perché non arrossisci quando dici che sei rimasto ancora senza benzina, o di essere sincero solo perché le tue parole sono veridiche. Che tu menta per necessità o per gioco, per compassione o per professione; che tu sia astuto come Ulisse, che tu sia ingenuo come Pinocchio, scoprirai di essere solo un dilettante”. Come dice Jerome Kilty tra loro c’era un “incantamento”, una magia e una menzogna quindi, la cui storia è raccontata da parole vere: “…nelle centinaia di lettere che si scrissero nel corso degli anni; lettere che entrambi conservano, per le quali si litigarono; che scambievolmente si resero, e che per poco non persero durante la seconda guerra mondiale”. L’incanto e la bugia. Sono stati accusati, vietati e creduti, sono al fondo della storia della vita e dell’amore, ma soprattutto, un accordo sulla bugia è all’origine di ogni arte e di ogni teatro. Un’altra coppia, Anna Mazzamauro e Corrado Tedeschi si confronterà e racconterà questo grande e vero amore del passato un amore poetico e incompiuto, eterno e ironico, costruito sulle menzogne, le dolcezze e le finzioni della vita.